Se sei un trekker abituale, sai che il trekking è un’esperienza unica che cerca la combinazione perfetta di avventura, relax, natura e scoperta. Ma, quando si prepara lo zaino, è necessario tenere a mente tutto ciò che è necessario portare con sé per un viaggio di trekking di successo.

Naturalmente, ci sono molte cose che puoi portare con te durante le escursioni, ma dovresti dare delle priorità. Ecco una lista che dovreste adattare in base ai giorni in cui pensate di fare un’escursione.

1. Cosa mettere nello zaino da trekking?

Questa domanda può sembrare banale a molti, ma vi assicuriamo che non è sempre facile preparare lo zaino per un’escursione in montagna, tuttavia, è una questione di responsabilità e di buon senso.

Ricordate che gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo e per affrontarli dovete essere ben preparati per ogni evenienza. Il primo consiglio è che non bisogna mai sottovalutare i percorsi e bisogna tenere la testa sulle spalle, sia per il trekking di un giorno che per il trekking di 2 o più giorni, a seconda del giorno che si è programmato.

2. Attrezzatura per dormire

Per affrontare la notte in un trekking di 2 o più giorni, il tuo zaino non dovrebbe mai essere senza: una piccola tenda, un sacco a pelo e un materasso. Il primo è facoltativo, nel caso in cui si decida di bivaccare all’aria aperta in montagna.

Quando si sceglie la tenda, bisogna valutare tre fattori fondamentali: il peso, la facilità di montaggio e smontaggio e l’impermeabilità.

Il sacco a pelo deve essere leggero e, allo stesso tempo, deve garantire il giusto comfort termico. In effetti, ci sono due diversi tipi di sacco a pelo:

In fibra sintetica, più resistente all’umidità.
In piumino, che è più leggero e più caldo ma meno resistente all’umidità.

2.1 Materassino trekking

Il materasso su cui si dorme deve essere ben isolato per non sentire l’umidità del terreno. Si può scegliere tra tappetini in schiuma isolante e tappetini termici ad aria. Vi consigliamo di preferire il primo perché ha meno perdita di calore ed è più comodo in caso di dislivelli. Inoltre, non è necessario gonfiarlo.

2.2 Amaca

Anche se non è indispensabile durante un’escursione, l’amaca è un oggetto molto bello e comodo da utilizzare nei momenti di relax in attesa del tramonto o per godersi il cielo stellato. È un’alternativa se volete vivere un’esperienza diversa, ma tenete presente che non è adatto per escursioni impegnative.

3. Giacca antivento

La giacca antivento agisce come uno strato protettivo contro il vento, la neve e la pioggia leggera. È meglio se ha un cappuccio regolabile e diverse tasche dove puoi riporre gli oggetti di uso frequente.

Controllate che il materiale offra un’alta traspirabilità per evitare che la condensa e il freddo si insinuino.

 

4. Torcia elettrica e batterie di ricambio

Durante un trekking di diversi giorni, possono verificarsi degli imprevisti che ti portano a ritardare il viaggio o la preparazione del bivacco. Per evitare spiacevoli sorprese durante le vostre escursioni, è ideale portare sempre con sé una torcia con batterie di ricambio.

5. GPS o bussola e mappa

Due oggetti che non dovrebbero mai mancare nel tuo zaino da trekking sono un GPS e una mappa cartacea. Anche se avete valutato il sentiero e il percorso, cercate sempre di pensare in anticipo.

Il GPS e la mappa cartacea sono ottimi alleati nel caso in cui siate costretti a cambiare il vostro itinerario iniziale. In questo modo puoi valutare la zona e decidere l’alternativa migliore per continuare il tuo percorso.

Ricorda anche che il GPS non prende in alcune zone e la sua batteria non è infinita. Pertanto, una mappa topografica insieme a una bussola sarà sempre di grande aiuto. Tienile sempre a portata di mano in una tasca esterna del tuo zaino; la mappa dovrebbe essere portata preferibilmente in una custodia di plastica per proteggerla dall’umidità e dalla pioggia.

6. Caricabatterie portatile

Un’alimentazione supplementare sarà indispensabile, soprattutto se avete telefoni cellulari e GPS, le cui batterie, come sapete, non durano per sempre.

Il powerbank ti permette di ricaricare i tuoi dispositivi più o meno rapidamente. Cerca di scegliere quelli con una capacità di almeno 10000 mAh, perché offrono la migliore ricarica ad alta velocità.

 

7. Più leggero

Accendere un fuoco può essere una lotta in salita, specialmente se la legna è bagnata a causa dell’umidità. Quindi, portate il vostro accendino o i fiammiferi nello zaino, preferibilmente antivento, e i fiammiferi impermeabilizzati con cera.

8. Riserva d’acqua

Tra le cose da mettere nello zaino per una giornata di trekking, non deve mancare una bottiglia d’acqua di riserva per affrontare meglio il percorso.

9. Poncho

Il tempo in montagna è spesso imprevedibile. Improvvisamente, ci si può trovare nel mezzo di una tempesta estiva o di una nevicata inaspettata. Per evitare di bagnarsi completamente e per mantenere la giusta temperatura corporea, assicurati di portare il tuo poncho da pioggia.

10. Kit di primo soccorso

Un kit di primo soccorso è uno degli elementi più importanti da portare nello zaino se si esce per un’escursione in montagna.

Normalmente, questo kit dovrebbe contenere: cerotti di varie dimensioni, disinfettante, bende, laccio emostatico, crema antistaminica per punture di insetti, crema per scottature, crema per contusioni, guanti in lattice monouso, un farmaco antipiretico, un farmaco antidiarroico, un farmaco contro nausea e vomito, forbici, un farmaco antispasmodico, e un farmaco contenente acido acetilsalicilico per prevenire forme lievi di mal di montagna.

11. Corda

La corda è uno strumento indispensabile che può essere molto utile in diverse situazioni. Idealmente, dovrebbe avere un diametro di 10 millimetri e una lunghezza di almeno 5-6 metri.

Per esempio, puoi usarlo per costruire un rifugio di emergenza o per appendere cibo e vestiti all’interno della tua tenda. Può anche essere utile per aiutare un compagno che è caduto accidentalmente da una scogliera.

12. Coltello pieghevole

Non puoi mai stare senza un coltello nel tuo zaino da trekking. Oltre al suo uso più comune, che è quello di tagliare il cibo, può essere un ottimo alleato in situazioni di emergenza in cui è necessario tagliare una corda o ottenere legna da ardere per accendere un piccolo fuoco e combattere il freddo.

13. Vestiti di ricambio

Oltre ai normali vestiti con cui iniziate la vostra escursione mattutina, avrete bisogno di portare con voi dei vestiti extra per far fronte alle diverse condizioni:

Giacca e pantaloni impermeabili sono eccellenti per affrontare la pioggia improvvisa, insieme a un k-way o un poncho per la pioggia, come menzionato sopra.
Biancheria intima termica per affrontare il freddo di notte.
Stivali in caso di neve.
Scaldacollo in pile per proteggerti dal vento.
Maglione polare per combattere il calo della temperatura.

14. Cibo e attrezzature per cucinare

Per affrontare un’escursione di più giorni quando si fa trekking, bisogna organizzarsi al meglio con il cibo e il kit di cucina, tenendo sempre conto delle necessità alimentari, del volume che occupano e del loro peso.

15. Kit di cottura

Il kit di cottura può consistere in un fornello a gas, un set di utensili da cucina, bicchieri in acciaio inossidabile con coperchi e due set di posate da campeggio.

Come puoi vedere, sono un sacco di oggetti da considerare nel tuo zaino per una giornata di trekking. Tuttavia, tutto sta nell’organizzare bene il tuo zaino, quindi non perdere la nostra guida su come fare i bagagli correttamente, che ti sarà di grande aiuto.

 

Ultimo aggiornamento 2022-05-13 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API